ROCCIA MONUMENTALE IL FUNGO

Il monumento costituisce uno degli esempi più significativi di utilizzazione delle emergenze granitiche caratteristiche del territorio. Situato in località la Sarra, inglobato fra le più recenti costruzioni di Arzachena, vi si giunge percorrendo tutta la via Limbara. E' costituito da un'emergenza granitica tondeggiante, sulla sommità della quale poggia un masso che per la particolare conformazione ad ombrello è detto anche "il fungo". L'ampio riparo presente al di sotto del cappello, integrato lungo i lati con massi e murature a secco, che si conservano per qualche tratto, mostra i segni dell'antica frequentazione. Lo spazio utile parrebbe essere stato esteso ulteriormente anche all'esterno del riparo, mediante il riempimento dei vuoti e delle concavità presenti sulla superficie dell'emergenza.
Le indicazioni cronologiche concernenti i periodi di utilizzazione sono offerte dallo scavo effettuato nel 1959 nel riempimento di un crepaccio che scorre dalla sommità alla base della formazione rocciosa, e nel quale si sono distinti due livelli. Quelli inferiori, oltre a ceramiche di impasto inornate simili a quelle rinvenute nei Circoli di Li muri e Macciunitta, hanno rilevato la presenza di forme vascolari e decorazioni tipiche della cultura di ozieri, e un'industria litica attestata da scarti di lavorazione di ossidiana e da grosse lame e grattatoi di selce e quarzite. Il materiale di questi primi due strati fornisce un dato certo per l'individuazione dei momenti più antichi di utilizzazione del riparo : il neolitico recente.
La sequenza stratigrafica dei livelli successivi mostra la presenza di forme di vasi riconducibili a momenti culturali della civiltà nuragica.

Testi della dottoressa Angela Antona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!